Alla scoperta del gusto durante le vacanze pasquali

Se stai organizzando un viaggio in Italia, ti aspettiamo per vivere un’esperienza enogastronomica al Ristorante Cacciatori a Cartosio. Per Federica e Massimo, la tradizione non è una vecchia ricetta di un libro impolverato, ma il segreto dei sapori della famiglia piemontese che vengono tramandati di generazione in generazione. Segreti che si adattano al gusto dei tempi moderni.

Federica Rossini
La Via del Sale

La via del sale: il Piemonte che si unisce con la Liguria

I piatti del ristorante, in provincia di Alessandria, sono anche il risultato del matrimonio della tradizione piemontese con l’influenza della vicina Liguria. Il ristorante sorge sulla via del sale e per questo nel menu appare l’uso dell’acciuga e del peperone, elementi fondamentali per le ricette del Quadrato di Carmagnola ripieno, della Bagna Caoda e delle acciughe nel verde. 

Alla scoperta del gusto durante le vacanze pasquali

Se stai organizzando un viaggio in Italia, ti aspettiamo per vivere un’esperienza enogastronomica al Ristorante Cacciatori a Cartosio. Per Federica e Massimo, la tradizione non è una vecchia ricetta di un libro impolverato, ma il segreto dei sapori della famiglia piemontese che vengono tramandati di generazione in generazione. Segreti che si adattano al gusto dei tempi moderni.

Premiata Osteria d'Italia Cacciatori Cartosio
Cucina con la stufa a legna

Cucina storica con la stufa

Peculiarità di questo ristorante piemontese, non troppo lontano da Torino, è la cucina sul fuoco della stufa a legna del 1952, che, insieme alla tecnica e alla maestria di Federica, diventa protagonista della cottura perfetta di tanti piatti. Tecnica e tradizione, vanno a braccetto sul calore della stufa che rievoca un passato familiare ricco di passione, per provare e assaporare un’esperienza di gusto nella cucina piemontese. Lo stinco di manzo cotto per ore sulla stufa solamente con olio extravergine di oliva e qualche erba aromatica fa venire l’acquolina in bocca solo a guardarlo, 

Ottimi i primi piatti

Squisiti i tagliolini abbinati al Tartufo Bianco d’Alba, un elemento preziosissimo che esalta i sapori di un territorio, il Piemonte, che può regalare esperienze enogastronomiche esaltanti. Piatti del territorio che potranno attirare il viaggiatore alla scoperta della tradizione e del gusto, per chi passa da Cartosio, luogo sulle colline dell’alessandrino che dista poco più di 100 km da Torino e 40 km dalla Riviera Ligure. Una tappa da inserire obbligatoriamente nell’agenda.

Primi piatti Cacciatori Cartosio
Pollo alla Cacciatora Cacciatori Cartosio

Il pollo alla cacciatora di Cacciatori Cartosio

Assolutamente da non perdere nel menu del ristorante, che sorge a pochi chilometri dal centro termale di Acqui Terme, è il pollo alla cacciatora, semplice e gustoso, preparato espresso sulla stufa a legna di Federica. Una cucina che ha ricevuto innumerevoli attestati di stima dalla Chiocciola Slow Food al’ ingresso nelle “Premiate Trattorie Italiane”.

I grandi vini del Piemonte: dal Barolo al Moscato

Il legame con il territorio è evidente anche nella carta dei vini, selezionati con cura da Massimo, tra le cantine di Langhe, Roero e Monferrato. Uno sguardo che va oltre i confini della regione e percorre tutta l’Italia. Ma giunge anche all’estero, portando al Ristorante Cacciatori ottimi vini e Champagne e tante referenze da scoprire e abbinare ai piatti della tradizione. Degne di nota, le verticali di grandi rossi del Piemonte, Barolo e Barbaresco, le etichette storiche e quelle più nuove e giovani.

Vini Cacciatori Cartosio
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

BOX